Vi racconto: Le coincidenze!

Ovvero come una serata davanti alla tv può innescare coincidenze filmico-librarie sorprendenti!

L’altra sera, lo ammetto, ero stanca. Così, invece di girovagare su internet o di lavorare a qualche progetto handmade, invece di fare social media marketing (o almeno fingere di provarci) o scrivere un articolo per il blog, ho scelto di buttarmi sul divano e accendere la tv. Ed ecco, neanche a farlo apposta, ho trovato non uno, ma ben 2 film da vedere!

La mia serata ha avuto inizio con Jane Eyre… Non che io ami particolarmente questo personaggio, anzi! Confesso, l’ultima volta che ho preso in mano il libro avrò avuto 13 anni (sì, è passato un po’ di tempo, ma non chiedetemi quanto!) e anche allora l’avevo miseramente posato senza finirlo… Jane è così buona e perfetta che non la sopporto! E allora perché ho guardato tutto il film? Ecco, qui vi spiego anche il perché delle coincidenze tra libri e film: l’ho guardato tutto perché mi aspettavo che da un momento all’altro sulla scena comparisse Thursay Next a salvare Jane dal rapimento!Il caso Jane Eyre di Jasper Fforde

  -Chi? Quale rapimento?- Direte voi… Ora è il momento di confessare: ho guardato tutto Jane Eyre perché mi ha portato alla mente uno dei miei libri preferiti… Che ovviamente non è “Jane Eyre”, ma “Il caso Jane Eyre”, scritto da Jasper Fforde, con protagonista la detective letteraria Thursay Next!! Che dire di questo libro, che vi consiglio in maniera particolare di leggere? Beh, è un misto che ogni amante dei libri non può che trovare divertente e appassionante. Già solo l’idea di un reparto speciale che si occupa di crimini letterari è qualcosa di unico, se poi si pensa che il presente in cui è ambientato il libro è simile al nostro ma diverso in alcuni particolari significativi che ammiccano da un lato alla fantascienza e dall’altro alle ucronie, ce n’è davvero per tutti i gusti! Tra macchine che permettono di entrare materialmente dentro i libri, distorsioni temporali, una Guerra di Crimea ancora in corso, tra dodo clonati e dirigibili,  fan sfegatati di Shakesperare e baconiani porta a porta, si snoda una vicenda che vi farà ridere ed emozionare… In questo libro c’è tutto: giallo, thriller, una puntina di horror e tanta ironia, storia e distopia, letteratura, umorismo, avventura e chi più ne ha più ne metta!

E poi, sapete, è merito di Thursay se Jane Eyre ha il suo lieto fine!Il caso Jane Eyre, Thursay next

Ma avevo detto 2 film… E il secondo è un film a cui sono affezionata: “C’è posta per te”, con Tom Hanks e Meg Ryan. La classica commedia romantica con equivoco che poi si risolve nel lieto fine… Ma l’ho sempre trovato carino, anche per una certa affinità con la protagonista… Proprietaria del “iIl negozio dietro l’angolo”, libreria specializzata in libri per bambini, e appassionata almeno quanto me di “Orgoglio e pregiudizio”!Jane Austen, Orgoglio e Pregiudizio

Anche io, come lei, lo leggo almeno un paio di volte l’anno, e ogni tanto mi torna alla mente l’incipit

– It is a truth universally aknowledged that a man in possession of a good fortune must be in want of a wife –

tutto il libro è scritto in una prosa inglese magnifica! E che differenza con la perfetta e triste Jane Eyre: Lizzy è da subito accattivante ed energica, e anche se ormai il libro lo conosco a memoria, ancora mi emoziono e mi diverto, e spero che alla fine lei e Darcy si innamorino! Tranquilli, lo fanno!

Ma non sono affezionata al film solo per “Orgoglio e Pregiudizio”… E’ anche quest’aria che ormai – triste a dirlo – è un po’ retro: con i due protagonisti che si scambiano mail, col il modem che fa quel suo rumore caratteristico da linea telefonica mentre si connette… Con il fatto che si sfidino un grande megastore e una piccola libreria di quartiere, mentre ora la grande sfida è “Amazon contro tutti” (prima o poi vi parlerò anche di “Tu non sei un gadget”…)… E ogni volta mi intenerisce l’uso frequente dell’aggettivo “incantevole” – chi ormai viene definito così? non lo usa più nessuno… Ma soprattutto, quel “New York in autunno mi fa venire voglia di mandarti un mazzo di matite ben temperate”: l’ho sempre trovato tenero, forse un po’ da nerd della scrittura, ma romantico!

Ed ora, che c’entra tutto questo con le mie “Avventure Handmade”? Un bel niente! Ma mi piaceva l’idea di raccontarvi come anche da una serata un po’ fiacca e senza particolari cose da fare potesse uscire qualcosa di buono! Non so, un sorriso :)Jane Eyre, Jane Austen, e un paio di film

Annunci

2 pensieri su “Vi racconto: Le coincidenze!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...